Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Foto top selection / Architettura e città / “Temporale primaverile al tramonto” di Andrea Celli

“Temporale primaverile al tramonto” di Andrea Celli

 

Top selection del 28/08/2017

ATTREZZATURA USATA

Sony ILCE-7RM2

Sony FE 16-35mm f/4 ZA OSS Vario Tessar T*

ANDOER – Q-666, Testa a sfera Benro

PRE-SCATTO

Conoscevo bene la location quindi sono andato a colpo sicuro sul posizionamento. Sebbene dal parapetto più alto del Piazzale si goda di una vista più ampia, ho preferito scendere alla terrazza del livello inferiore per inquadrare più dal basso lo skyline della città creando così delle fasce orizzontali omogenee generate rispettivamente dal basso verso l’alto dalla vegetazione, dalla città e dal cielo che fortunatamente era molto carico.

POST-PRODUZIONE

Nei miei scatti spesso utilizzo la tecnica del time-stack. Per enfatizzare la scena e dare maggiore forza allo scatto ho scelto di realizzare un merge di tre scatti includendo così nello strato subito inferiore alle nubi i fulmini che a livello compositivo mi convincevano di più. Ho utilizzato delle maschere per selezionare solo i fulmini nei due scatti di merge, lasciando inalterata la scena master composta dal cielo, dai fulmini centrali, dalla luce del tramonto e dalle nubi. Ho lavorato infine sulle curve e sul contrasto cromatico cercando di far uscire il blu scuro e l’arancio dell’ultime luci sulla città.

CONSIGLI PER REALIZZARE UNO SCATTO SIMILE

Dietro a questo scatto più che una precisa preparazione c’è stata molta attesa per attendere la giornata perfetta per immortalare i fulmini durante il tramonto sulla città
I miei consigli per realizzare scatti durante un temporale sono i seguenti:

  • Monitorate sempre il meteo prima di partire, in particolare oltre alle generiche app sul meteo un’ottima applicazione è Blitzortung Lightning Monitor che vi permette di leggere le attività dei fulmini sul territorio selezionato in un arco di tempo preciso;
  • Scegliete una composizione che valorizzi il fenomeno atmosferico, cercando di non scattare semplicemente ai fulmini, ma inserendo nella composizione un elemento che venga a sua volta valorizzato dal meteo;
  • E’ indispensabile posizionare la fotocamera su un treppiede senza spostarla;
  • Munitevi di un controllo remoto se possibile;
  • Portate sempre con voi una rain cover per tenere al riparo il più possibile l’attrezzatura (se non ne avete una potete usare un sacchetto di plastica forato o una banalissima cuffia da doccia);
  • Lavorate con dei tempi lunghi (indicativamente dai 15” ai 30”, fate delle prove)

Su di me

Andrea è un fotografo fiorentino; coltiva la passione e la formazione nel campo della fotografia fin dai tempi universitari, accompagnadola agli studi nel campo della grafica, alle tecniche di rappresentazione e al disegno automatico. Interessato da tempo al mondo della fotografia, ne apprezza da subito le straordinarie possibilità, non solo come mezzo puramente descrittivo, ma principalmente come strumento creativo. Inzia a scattare le prime foto con una reflex analogica all’età di 16 anni, ma è stato solo con l’acquisto nel 2006 della prima reflex digitale, che ha realmente iniziato a dedicarsi a pieno alla tecnica fotografica.

Viaggiatore appassionato, la sua visione trascende spesso lo spazio fisico di fronte a una realtà ritratta attraverso una composizione accuratamente scelta, geometrica e ordinata.

Dopo un lungo periodo dedicato alla fotografia di viaggio, di reportage e alla street photography, dal 2015 ritorna a occuparsi principalmente di fotografia paesaggistica, legandola al contempo alla passione per i viaggi.

La sua visione fotografica vuole essere una testimonianza, un racconto di quello che possiamo vedere oggi, consapevole dei mutamenti repentini che sono sotto agli occhi di tutti, di una natura sempre più fragile e indifesa alla presenza e all’impatto umano.

Le sue foto sono state pubblicate su riviste ed ebook nazionali e internazionali come Digital Camera, Photo Professional, Photography Masterclass, EYE Photo magazine, Landscape Photography Magazine.

Nel 2016 entra a far parte del gruppo fotografico “Milky Way Hunters”, dedicato principalmente alla fotografia notturna e astronomica.

Nel Marzo del 2017 la sua foto all’alba ai piedi del ghiacciaio Jökulsárlón realizzata durante uno degli ultimi viaggio in Islanda, viene premiata come foto del mese nella prestigiosa rivista internazionale di paesaggio “Landscape photography magazine”.

Nel 2017 partecipa al Siena International Adwards raggiungendo la fase finale con due opere a tema Natura e Paesaggio.

About Giovanni V.

Giovanni V.
Giovanni Volpe è il fondatore di Amici per la fotografia. Ha creato il gruppo facebook a fine Dicembre del 2014 e nell’ottobre 2015 con la collaborazione del suo staff di amministratori del gruppo, ha iniziato la pubblicazione del blog.

Check Also

“Giochi di strada” di Massimiliano Mancini

Top selection 4 Settembre 2017 Attrezzatura usata Sony A7RII, Sony 16-35 f2.8 GM Pre-scatto Ero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *