Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / In evidenza / Intervista: Gaspare Silverii

Intervista: Gaspare Silverii

Gaspare Silveri

Pronto

Si Gaspare, sono Tiziano…

Sei toscano?

Si sente?

bla bla bla…

DSC0999_Campotosto_Sunflare_1080px_firma

Tiziano – Ciao Gaspare, ti ho conosciuto attraverso un amico… Mi ha detto… “cazzo hai visto che foto fa Gaspare Silverii… E devo dire che l’amico c’ha dato! Scorrendo la tua pagina fb ho potuto ammirare alcuni tuoi lavori…

Tiziano – Da quanti anni fai fotografia?

Gaspare – Sono tre anni. Per caso la mia ragazza mi ha regalato una “bridge”…

Tiziano – Ed è nata una passione… Quindi non vivi di fotografia?

Gaspare – No. Ho studiato ingegneria e collaboro su progetti del settore.

Tiziano – Racconta pure.

Gaspare – Io mi occupo di principalmente dello sviluppo e progettazione di sistemi embedded in micro e nano tecnologia…

Tiziano – Questo spiega ed introduce alla fotografia… Nelle tue fotografie si nota una componente di raffinatezza e cura dei dettagli…

Gaspare – Si Tiziano, nella componente tecnica anche nella fotografia c’è matematica, fisica…

DSC_4431_Sassi_Neri_Verticale_1080px_firma

Tiziano – Posso definirti un paesaggista?

Gaspare – Prevalentemente mi occupo di paesaggio ma curo anche eventi e penso che la fotografia possa certamente diventare una professione anche se mi piace definirmi un “foto-amatore” poichè spesso capita che quando fai una professione dimentichi la passione… Non sempre… ma capita. Il fotografo dovrebbe essere libero… un po’ come ogni artista…

Tiziano – Continua… dimmi un po’ cos’è per te “fare” fotografia…

Gaspare – Per me coincide con una grande passione per la Natura… fin da piccolo 12/14 anni sono stato immerso nella natura: le montagne, i sentieri, la campagna. Quindi la fotografia penso sia divenuta “parte” integrante del mio grande percorso, quale la vita.

Tiziano – Nei tuoi scatti traspare una grande attenzione per i luoghi, pianifichi le tue uscite stabilendo un itinerario e quando sei sul “campo” hai già una tua idea da realizzare… Fai in sintesi una fotografia “consapevole”?

Gaspare – Pianifico in base alla luce… ai colori… in ambito paesaggistico dobbiamo scegliere in base alle stagioni… poi comunque dietro c’è lo “studio” del luogo. Bisogna prendere consapevolezza per sfruttare al massimo la situazione… Poi però l’ultima parola spetta sempre a sua maestà “meteo”! J

DSC_7378_san_pellegrino_sunshine_1080px_firma

Tiziano – Certamente non sei il tipo che si accontenta…

Gaspare – Spesso mi capita di tornare più volte nello stesso luogo. Una volta a Castelluccio per poter catturare un’alba come era già nella mia mente ho impiegato 5 giorni… 3 giorni in tenda da solo ed altri 2 in auto con amici. Quando sei sul campo ed hai un’idea è difficile farmela levare di mente… almeno non fino a quando non ti senti soddisfatto… e questo credo sia una cosa naturale.
In studio invece, spesso è il progetto la base… la preparazione rappresenta “la” componente determinante… lo scatto è l’ultimo secondo alla mezzanotte.

DSC5219_Bloom_Explosion_1080px_firma

Tiziano – “Luce – Composizione – Tecnica”…

Gaspare – Oddio… allora…

Luce – Scriviamo con la luce…

Compo – Distingue un un fotografo da un’altro con la stessa luce… E’ l’occhio del fotografo…

Tiziano – Scusa Gaspare… Puoi apprenderlo attraverso un corso?

Gaspare – L’occhio o lo hai o… Certo puoi studiare le “regole” di composizione ma nella composizione come la vedo io non è un mero esercizio… è trovare il significato… cogliere quel “soggetto” ed inserirlo in “quel” contesto… e non e assolutamente detto che si debbano seguire le “regole”!

Tecnica – Conoscere e saper usare la tua reflex… Qui invece è lo studio che fa la differenza… Quando ci poniamo davanti ad una situazione dobbiamo conoscere il “come” ed il “perché”…

DSC_7490_Lame_Rosse_Perseidi_1080px_firma

Tiziano – Per esemplificare… se vado al fiume devo sapere cos’è e come si ottiene l’effetto “seta”… Oppure la fotografia in “notturna”…

Gaspare – Esatto.

Tiziano – Parla di notturno se ti va…

Gaspare – Nella fotografia “notturna” la fase dell’approccio sul campo è più impegnativa o comunque direi diversa. Devi conoscere il posto, la composizione può essere comodo farla con le ultime luci del giorno… Devi “costruire” la tua fotografia a priori, ovvero devi pre-visualizzare la scena che andrai a riprendere. Poi devi tenere conto dell’inquinamento luminoso… devi sempre sapere che il cielo è fondamentale ma non sufficiente… se per esempio hai un campo ed un cielo… non hai fatto niente… devi comunque trovare il “soggetto”… quella componente che rende lo scatto significativo… e qui tiriamo in ballo la composizione.

DSC_1667_Roccacalascio_1080px_firma
Ovviamente poi la tecnica e lo sviluppo/post-produzione in questo genere fotografico sono quelle componenti che fanno la differenza…

Tiziano – Anticipi le mie domande… Volevo parlare di Post e cade a fagiolo… Molti affermano che la PP è fondamentale… altri “puristi” che non è lecita… io personalmente penso possa definirsi un “genere” come altri… Insomma dimmi te.

Gaspare – Post produzione si è sempre fatta. Con analogico era ad appannaggio dello “stampatore” che attraverso la propria maestria… e con il gusto del fotografo… Il passaggio a digitale ha reso le cose più semplici da un lato ma non è così semplice… Intanto quando scatti in Raw è logico che vuoi “lavorare” una foto… altrimenti fai un JPG o un TIFF. Quando fai un bianco e nero alteri o no la realtà? Mentre è l’aspetto “etico” che ci pone il problema maggiore. E’ reale o non è reale? Se scatto ad 800 mm, se faccio una macro oppure un’esposizione da 30 minuti… Il tuo occhio vede così? Credo che anche la realtà sia soggettiva in questo senso… La post produzione deve essere fatta sempre e comunque non per alterare la realtà ma per esaltarne alcuni aspetti che la nostra reflex non riesce a cogliere.

_DSC0555_Il_Turchino_1080px_firma

Tiziano – Quindi la PP è essenziale … ma è la ciliegina sulla torta… se non hai fatto bene prima anche se sei un tipo fotonico… non hai fatto una foto ma un esercizio tecnico?

Gaspare – Si. Nella PP è la tua sensibilità visiva che cerca ed ottiene un risultato… Farla bene è importante… io comunque cerco sempre di risolvere molti problemi in fase compositiva… il classico elemento di disturbo devi cercare di evitarlo “prima”…

Tiziano – Viviamo nell’era digitale… La fotografia spazia ovunque… esistono centinaia di pagine e siti internet dove passano migliaia di fotografie ogni giorno… Cosa pensi e quale valore dai alla fotografia?

Gaspare – La fotografia la devi stampare… la fotografia deve passare di mano in mano… deve essere una forma di comunicazione… Il web è un ottimo mezzo di comunicazione ed offre molte possibilità ma il valore di un’immagine è dato da qualcosa di diverso… Facciamo un esempio pratico… Spesso stampo le foto che faccio e stampo anche quelle “brutte”… per capire dove ho sbagliato… il costo di uno scatto ne vale sempre la pena. Il digitale, la mera pubblicazione on-line non restituisce mai lo stesso risultato… Devi dare un valore al tuo lavoro.

DSC_5958_Palascia_Cigno_Andromeda_1080px_firma

Tiziano – Sai la soddisfazione di vendere una foto… Qualcuno che è disposto a spendere… non è come un like?

Gaspare – Esatto. Chi acquista non acquista una fotografia ma acquista un “momento”, acquista l’opera…

Gaspare – Una fotografia vale come 1000 parole. Cosa vuoi dire sta a te.

Tiziano – Concludo ringraziandoti per questa bellissima chiacchierata informale che ho cercato di trascrivere nel miglior modo possibile ma ci tengo a dirti che sei un ragazzo (29 anni quando me l’ha detto per qualche momento ho dubitato…) veramente molto molto bravo ma soprattutto cordiale, socievole ma e poi mai pedante. Insomma i tipi come te sono una fonte d’ispirazione ed ammirazione. Ti auguro buona luce e continua che vai forte!

Gaspare – Grazie a te Tiziano. Buona luce.

DSC0986_De_Sidera_1080px_firma

Siena, 24 Ottobre 2015

Tiziano Pieroni

About Tiziano Pieroni

Check Also

Top selection mese di Luglio 2017

Top selection mese di Luglio 2017 Autori Alberto Ghizzi Panizza, Andrea Celli, Carlo Spinoso, Davide Calasanzio, Fabio Marchini, Fabio Santini, Gabriele …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *